Allerta Meteo – Imminente forte maltempo, previsti violenti nubifragi anche in Calabria

Prende il via con oggi una fase di maltempo su molte aree anche intenso, che proseguirà fino a sabato. Qualche pausa temporanea, poi altro maltempo nel weekend, ma magari con maggiore interessamento del Centro Sud o al più del Piemonte. Sul maltempo del fine settimana, tuttavia, ci torneremo.
Per ora focalizziamo la nostra attenzione sul maltempo prossimo, già in atto al Nord, localmente su aree tirreniche, ma che si acuirà nelle ore serali, notturne e per tutto domani, specie su Alpi, Prealpi, Nordest, Toscana e regioni tirreniche poi, tra domani pomeriggio-sera e venerdì, anche verso il Sud.

Abbiamo espresso a scala di colori le aree maggiormente interessate dalle piogge. In verde i settori con i fenomeni più deboli, irregolari e anche intermittenti. Via via verso il blu, fenomeni spesso moderati e più continui. Sulle aree in giallo e poi verso l’arancio, rischio di fenomeni forti o spesso anche violenti, quindi prestare particolare attenzione sui settori circoscritti dai colori vivaci indicati. Le piogge e i rovesci, come detto, sono già presenti su diverse aree settentrionali e tirreniche, ma in forma più localizzata e non molto forti. Riteniamo, invece, che piogge, temporali sempre più forti e insistenti o anche nubifragi possano interessare più facilmente dapprima il Piemonte settentrionale, la Valle d’Aosta orientale, il Ponente ligure ma tutta la Liguria nella sera-notte prossime.

Nel corso di domani rovesci, temporali e rischio nubifragi su Alpi, Prealpi tutti, specie verso quelle centro orientali, Centro Nord Lombardia, Veneto, Friuli VG, Nordest tutto, poi su Toscana, Lazio, Centro Nord Appennino e, specie la sera, sulla Campania. Per Venerdì, fenomeni forti su Calabria e Sicilia. Particolare attenzione sulle aree colorate in giallo-arancio perché su questi settori sono attesi molti millimetri entro domani sera-venerdì sera, fino a 80/150 m sulle aree colorate in arancio, o anche punte di 200 m, queste specie sui settori alpini e prealpini nordorientali e su alto Pimonte, con rischio di fenomeni estremi, possibili causa di danni.

Da segnalare nevicate abbondanti su Alpi oltre i 1400/1500 m, ma in alcune fasi in calo fino a sotto i 1000 m, specie da domani pomeriggio e sera e notte su venerdì. Accumuli oltre quelle quote anche di 1 metro entro venerdì sera, fino a 1,20/1,50 m su Alpi di confine piemontesi e estreme settentrionali lombarde.

Infine, un accenno ai venti, attesi forti meridionali o sudorientali sul medio e alto Adriatico largo o verso le coste jugoslave e sulle coste tirreniche, specie della toscana, dalle prossime ore serali, notturne e soprattutto nel corso di domani, giovedì 4, con raffiche fino a 80/100 km/h o anche 120 km/h su alto Adriatico largo. Venti forti anche sui mari meridionali. Temperature in generale calo, anche oggi, ma più apprezzabile su Alpi, Prealpi e al Nord in genere dalla sera di domani, giovedì 4, calo più contenuto altrove. (Meteoweb.eu)