Anagrafe digitale, al via da oggi la piattaforma per i certificati online: ecco come funziona

Da oggi lunedì 15 novembre i cittadini possono ottenere gli attestati gratuitamente sul sito www.anagrafenazionale.interno.it e www.anagrafenazionale.gov.it. I documenti disponibili sono 14, fra cui quelli di nascita, residenza, matrimonio, convivenza e stato di famiglia. Per accedere basta la propria identità digitale (Spid, Carta d’Identità Elettronica, Cns)
SPORTELLO TASI E TARI ALL’ANAGRAFE DI MILANO (MILANO – 2014-09-23, MASSIMO ALBERICO) p.s. la foto e’ utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e’ stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate.

I cittadini iscritti all’anagrafe – spiega un comunicato diffuso dal ministero per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, dal ministero dell’Interno e da Sogei – possono scaricare 14 certificati per proprio conto o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Si tratta dei certificati: Anagrafico di nascita, Anagrafico di matrimonio, di Cittadinanza, di Esistenza in vita, di Residenza, di Residenza Aire, di Stato civile, di Stato di famiglia, di Residenza in convivenza, di Stato di famiglia Aire, di Stato di famiglia con rapporti di parentela, di Stato Libero, Anagrafico di Unione Civile, di Contratto di Convivenza.

Per i certificati digitali non si deve pagare il bollo e sono quindi gratuiti. I certificati sono disponibili in modalità multilingua per i comuni con plurilinguismo. Possono essere rilasciati richiedendone insieme più di uno (ad esempio cittadinanza, esistenza in vita e residenza potranno essere richiesti in un unico certificato).

Al portale si accede con la propria identità digitale (Spid, Carta d’Identità Elettronica, Cns) e se la richiesta è per un familiare viene mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato.

Il servizio, inoltre, consente la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati. Il documento si può scaricare in formato pdf o riceverlo via mail.

Grazie ad ANPR – si legge nella nota – le amministrazioni italiane hanno a disposizione un punto di riferimento unico di dati e informazioni anagrafiche, dal quale poter reperire informazioni certe e sicure per poter erogare servizi integrati ai cittadini.

Con un’anagrafe nazionale unica, ogni aggiornamento su ANPR è immediatamente consultabile dagli enti pubblici che accedono alla banca dati, dall’Agenzia delle entrate, all’Inps, alla Motorizzazione civile.