Appello per la stampa del “Dizionario Italiano-Andreolese”, titanica impresa di Enrico Armogida

Caro Tito, l’aggettivo “titanico” sta ad indicare una impresa o un qualcosa che sembra essere o verificarsi al di là delle possibilità umane, quasi una sfida lanciata dall’uomo ai limiti impostogli dalla sua stessa natura. E davvero “titanica” è da considerare la seconda impresa portata a termine (proprio in questi ultimi giorni) dal professore Enrico Armogida di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio Marina (in provincia di Catanzaro).

1 – LA DOPPIA TITANICA IMPRESA

La prima impresa del prof. Armogida è stata quella di portare a termine e dare alle stampe in 700 copie (da Rubbettino nel settembre 2008) il “Dizionario Andreolese-Italiano” un volumaccio di 1300 pagine, frutto di 30 anni di lavoro incessante e altamente qualificato.

2-vocabolarioLa seconda è quella di avere appena concluso i lavori del “Dizionario Italiano-Andreolese” aumentato (rispetto alla prima Opera) di quasi 500 pagine. Cosicché la nuova realizzazione, a stampa ultimata, dovrebbe donarci un volume di circa 1800 pagine, se non di più. Un’impresa riuscita (forse) davvero a pochissimi in Italia per una sola piccola comunità come Sant’Andrea dello Jonio.

2 – APPELLO PER LA STAMPA DELL’OPERA

Adesso si tratterà di portare alle stampe un simile “monumento” calabrese per come trova espressione nella fortunata, anzi privilegiata, comunità andreolese. Lievissime le differenze con i dialetti dei paesi che, come Badolato, fanno da corona a Sant’Andrea Jonio. I due Vocabolari di Armogida possono essere validi comunque per tutto il sud Italia e, in particolare, per l’area linguistica jonica che va dalla Puglia Salentina fino alle “Terre del Commissario Montalbano” (le province di Siracusa e Ragusa e persino di Agrigento) e, in pratica, tutta la Sicilia.

Uno strumento assai utile, quindi, per una popolazione di decine di milioni di persone. Non dovrebbe essere difficile per il nostro professore reperire i fondi con le prevendite, con i patrocini anche economici da parte di enti pubblici e privati, ma anche di associazioni e aziende che credono nel territorio.

3-panorama-santandrea-jonioL’appello, accorato e veemente, è quello che i compaesani dell’Autore, noi corregionali e quanti credono nel valore del Lavoro e della Cultura, possiamo e dobbiamo mobilitarci per far venire alla luce e rendere fruibile prima possibile questo “Dizionario Italiano – Andreolese” per completare il nobile significato di impresa che soltanto un uomo metodico e tenace, serio e profondo come il professore Enrico Armogida, poteva portare a compimento con lucida volontà e scientificità rigorosa e affidabile. Un evento più unico che raro!

3 – UN EVENTO UNICO

Caro Tito, vista la rarità dell’impresa, ritengo che una simile Opera sia riuscita a pochissimi studiosi in Italia. E proprio nel contesto nazionale, ma anche estero, l’Opera di Armogida fa onore a lui stesso, alla propria famiglia e all’intera comunità andreolese (residente dentro e fuori i confini comunali). Pure per questo, faccio un appello alle associazioni degli andreolesi esistenti in Italia e all’estero, in particolare all’ARA (Associazione Romana degli Andreolesi) e all’AMA (Associazione Milanese degli Andreolesi) che hanno curato la presentazione del primo Vocabolario.

“Spero che qualcuno capisca l’importanza culturale dell’evento e mi dia una mano d’aiuto … altrimenti l’opera rimarrà nel cassetto in attesa di tempi migliori”. Così mi ha scritto Enrico Armogida nell’email di venerdì 05 giugno 2020 nell’annunciarmi il completamento dell’Opera.

4-s-andrea-jonio-tavolo-presentazione-dizionario-2008Lo dovrebbero capire, innanzi tutto, le Istituzioni territoriali (dal Comune all’Unione dei Comuni, dalla Provincia alla Regione, dalle Università alle Scuole di ogni ordine e grado), ma anche le Aziende, le Associazioni culturali locali, le Biblioteche, le famiglie. Uno speciale appello va agli studiosi, agli intellettuali, ai professionisti e a tutti coloro che amano la propria Terra e, in particolare, il nostro dialetto (come i gruppi folk, i cantautori, gli aspiranti artisti e scrittori, ecc.), poiché un vocabolario così è un mezzo indispensabile per operare, ma anche per prendere coscienza del valore e della consistenza della Storia e della Cultura delle nostre Genti. Di noi stessi.

4 – COME CONTATTARE L’AUTORE

Il prof. Armogida sarà lieto di essere contattato per quella “mano di aiuto” che potrà significare pure riconoscenza e gratitudine per questo suo lavoro altamente sociale, che va ad onore e beneficio di tutti noi come sostegno alla Cultura del territorio e delle comunità di appartenenza.

Quindi, per chi volesse, il nostro Autore risponde ai seguenti recapiti: cellulare 320-9569964, telefono 0967-45060, mentre il suo indirizzo mail è: enricoarmogida@gmail.com ma sarebbe pure utile conoscerlo di persona.

5 – LO SPOT E LA RICONOSCENZA

Per la pubblicità ad un qualsiasi “prodotto” … chi può farla meglio di chi lo usa in continuazione e grandemente lo gradisce? … Così, caro Tito, penso sia giusto ed utile aggiungere qui il mio “spot” e la mia “riconoscenza” già per il primo vocabolario di Enrico Armogida. Infatti, dal 25 novembre 2008, cioè dal giorno in cui mi è giunto per Poste Italiane, il volumone di 1300 pagine mi fa compagnia sul tavolo di lavoro, sempre a vista e pronto ad essere molto utilmente consultato. Ti assicuro, caro Tito, che il “Dizionario Andreolese-Italiano” è una delle mie più esaltanti beatitudini! E non vedo l’ora di poter avere il “Dizionario Italiano-Andreolese” di prossima e meritoria stampa!!!…

5-mappa-santandrea-jCredimi, se già ero innamorato del dialetto, ti assicuro che adesso non ne posso fare a meno ed è come se consultassi e leggessi le pagine della mia stessa anima e dell’anima del mio popolo, specialmente della mia gente, dei miei Genitori e di familiari che mi educavano con i proverbi e “cunticehy” (racconti). Questi (nella prima Opera così come nella seconda) abbondano e sono la linea-guida non soltanto del lessico, della lingua e del sostrato culturale della nostra vita ma anche di una visione del mondo più sana ed autentica al riparo da tutte le ideologie fuorvianti e nocive. Una lingua ed una vita secondo Natura!

Pure per questo “pane quotidiano” per la mia mente ed il mio cuore, devo riconoscenza al lavoro e al sudore del prof. Enrico Armogida e, ovviamente, consiglio a tutti (specialmente a coloro i quali tengono alla propria vita interiore e alla propria salute personale e sociale) di avere sempre a portata di mano il “Dizionario Andreolese-Italiano” già pubblicato nel 2008 e, fra non molto, anche il “Dizionario Italiano-Andreolese” che, maggiormente arricchito di termini e di significati, gioverà a chiunque sia rimasto ancora attaccato alle origini avìte o che, costretto ad emigrare altrove in cerca di lavoro, torna spesso con la mente e con il cuore alla terra dei suoi “padri”. Parola di Mimmo Lanciano esule!

6 – SALVIAMO IL NOSTRO DIALETTO

Caro Tito, contribuendo al nuovo “Dizionario Italiano – Andreolese” di Enrico Armogida, non soltanto faremo un bene a noi stessi e alla nostra comunità territoriale e regionale, ma contribuiremo a salvare i dialetti, italiani ed esteri, ovvero uno dei più grandi ed essenziali patrimoni dell’Umanità.

6-salva-la-tua-lingua-localeIl mio paese natìo, Badolato, non ha ancora un vero e proprio Dizionario o Vocabolario (nonostante ci abbiano tentato in precedenza lo scrittore Nicola Caporale e nonostante l’impegno assiduo dell’associazione culturale La Radice). Perciò l’Opera di Armogida è indispensabile per noi badolatesi così come per tutte quelle comunità meridionali che non hanno ancora un sistematico Vocabolario del proprio dialetto. Quindi, è molto utile appoggiarci all’Opera completa del prof. Armogida (Andreolese – Italiano del 2008 e Italiano – Andreolese di prossima uscita) come assai utilmente sto facendo io, ricavandone non soltanto tanta istruzione, ma anche tanta autentica gioia e pace interiore. Provare per credere!

7 – SALUTISSIMI

Caro Tito, questa volta non mi dilungo a descrivere l’Opera ed il Personaggio, che ha già ricevuto il “Premio Gigante della Calabria” nell’anno 2018. Te ne ho già scritto in altre “Lettere”. Ma avremo, comunque e sicuramente, modo e tempo di illustrare il “Dizionario Italiano – Andreolese” quando sarà fresco ed odoroso di stampa.

7-giornata-del-dialettoAdesso, è necessario che tutti contribuiscano a far nascere questa stupenda “creatura” del genio e del lavoro umano. Sollecito perciò tutti i nostri Lettori a fare un velocissimo “passa-parola” per onorare il passato, il presente e il futuro del nostro popolo e, quindi, della nostra “parlàta” … della nostra lingua-madre.

Alla prossima “Lettera n. 288”. Cordialità e buon fine-settimana.

Domenico Lanciano (www.costajonicaweb.it)