Armi e droga nascosti in un capanno, 22enne condannato e scarcerato

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti di Francesco Taccone, 22 anni di Joppolo. Il giovane, difeso dall’avvocato Francesco Sabatino, era stato tratto in arresto dai carabinieri perché trovato in possesso di tre pistole con matricola abrasa, 200 grammi di marijuana oltre a munizionamento.

Proprio pochi giorni fa Taccone era stato condannato a due anni e otto mesi di reclusione per detenzione illegale di armi e sostanze stupefacenti. Nello scorso mese di giugno fu arrestato dai carabinieri in seguito a un controllo domiciliare. All’interno di un capanno e in un bidone interrato sotto un balcone della propria abitazione, i militari avevano infatti rinvenuto armi e sostanza stupefacente.

Nei suoi confronti la Procura aveva chiesto la condanna a 4 anni e 4 mesi di reclusione ma il gip Giovanni Garofalo ha optato per una pena più contenuta. Ieri il gip ha accolto la richiesta della difesa revocando gli arresti domiciliari e sostituendo la misura con l’ob

ALTRI ARTICOLI