Arresto Messina Denaro: “Plauso ai carabinieri del Ros di Palermo, al comandante Pasquale Angelosanto e al Procuratore Maurizio De Lucia”


“Plauso ai carabinieri del Ros di Palermo, al comandante Pasquale Angelosanto e al Procuratore Maurizio De Lucia per l’operazione di questa mattina che ha portato all’arresto dell’ultimo caposaldo di Cosa Nostra, detentore dei segreti delle stragi di Palermo.

Quello delle Forze dell’Ordine tutte e della magistratura nell’ambito delle inchieste e della lotta alle mafie è un incredibile lavoro, portato avanti con profondo e appassionato impegno, che non dobbiamo dimenticare mai di riconoscere e apprezzare”.

Commenta così l’arresto del latitante di Stato Matteo Messina Denaro Maria Teresa Morano, responsabile della rete di associazioni antiracket calabresi e socia fondatrice di Ala Associazione Antiracket Lamezia Onlus.

Ricercato da trent’anni, era stato Paolo Borsellino nel 1989 a scrivere per la prima volta il suo nome in un fascicolo d’indagine. E per Lui, per il collega Giovanni Falcone, per tutti gli uomini e le donne che da allora hanno combattuto in nome della giustizia nel nostro Paese, quello di oggi è un durissimo colpo inferto alla mafia, quella più sanguinosa.

Ne esce vincente la società civile e finalmente è colmato quel debito nei confronti di chi è caduto difendendo un ideale condiviso, la legalità.

Tuttavia, se oggi si chiude un cerchio, non può dirsi certo concluso l’impegno che ciascuno, nel proprio piccolo, può dare ancora alla lotta alle mafie.