Arrivano con il treno in Calabria, sul convoglio passeggeri con febbre e tosse

Ancora problemi gravi nelle verifiche sui convogli. Non tutte le stazioni ferroviarie effettuano i controlli. Ieri sera, durante le verifiche dei sanitari del 118 di Salerno a bordo del treno 561 proveniente da Roma e diretto a Reggio Calabria, il medico Massimo Manzi, durante la sua ispezione si è reso conto che a bordo c’erano 9 passeggeri con febbre oltre i 37,5 gradi e forte tosse.

Molti dei passeggeri erano saliti sul convoglio a Roma, ma erano provenienti dal nord e diretti in Calabria. Il medico, non ha potuto far altro che raggruppare tutte le persone che presentavano lo stato febbrile, su un unico vagone.

Insomma, un altro esempio di come, purtroppo, sia complesso e difficile riuscire a fermare l’avanzata verso il sud. Nonostante raccomandazioni ed ordinanze, purtroppo ancora, non tutti dimostrano attenzione, sensibilità e rispetto per il proprio dovere, mettendo così a repentaglio molte persone.

Due persone, giunte alla stazione di Paola, da quanto si apprende, pare siano state bloccate dagli uomini della Polizia.