ARTICAP prende il via in Belgio

Si è appena concluso in Belgio il primo incontro organizzativo del progetto Erasmus + “ARTICAP”. Insieme alla scuola capofila “F. Daguin” di Mérignac e alla scuola belga “R. Warocqué”, in rappresentanza dell’equipe ARTICAP dell’I.T.E. “A. Calabretta” di Soverato le docenti Miriam Cilurzo, referente del progetto, Maria Calandra Sebastianella e il tecnico Salvatore Moio. Calorosa l’accoglienza dello staff dell’Ateneo Provinciale di Morlanwelz che ha ospitato i lavori e organizzato le visite nel comprensorio della Vallonia.

Dopo un anno di attività “da remoto” che ha visto gli alunni delle attuali classi quarta e quinta Turismo Esabac Techno realizzare originali lavori sulle differenti tipologie di handicap, i partner si sono potuti finalmente incontrare. Il progetto, voluto e supportato dal Dirigente Scolastico Vincenzo Gallelli, ha l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni sull’inclusione dei ragazzi con disabilità attraverso l’arte e lo sport.

Il viaggio ha permesso non solo di programmare le future attività del progetto ma è stato anche la giusta occasione per apprezzare le bellezze artistiche, culturali e architettoniche della Vallonia che saranno ammirate in primavera anche dagli alunni. Varie e interessanti le visite organizzate: la miniera di Bois-du-Luc, il più antico centro per l’estrazione del carbone della regione, che dopo la Seconda Guerra Mondiale ha fatto ricorso in modo importante alla manodopera italiana; la capitale Bruxelles, dall’atmosfera cosmopolita e vivace con la sua Grand-Place, il Palazzo Reale e gli immensi parchi; il Canal du Centre, esempio di alta ingegneria con i suoi ascensori idraulici, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e la suggestiva natura che lo circonda.

Il viaggio ha previsto inoltre la visita del dipartimento di lingue dell’università di Mons, dove l’equipe soveratese è stata invitata a presentare la propria regione e il sistema scolastico italiano. La delegazione del “A. Calabretta” è riuscita ad incuriosire gli alunni e i docenti dell’ateneo con la descrizione delle bellezze naturali e artistiche della Calabria. Ampio spazio è stato dedicato alla “Pietà” del Gagini di cui quest’anno ricorre il cinquecentenario e che sarà una delle tematiche progettuali che gli alunni dell’indirizzo Turismo presenteranno nel prossimo incontro.

Dopo il rientro infatti ci si prepara alla prossima mobilità che questa volta, a gennaio, vedrà gli alunni volare in Francia.