Assembramento ai Navigli: «Se fosse successo in Calabria sarebbe partito il cordone sanitario»

«Sono convinto che se in Calabria fosse avvenuto ciò che è successo in Lombardia, cioè a parti invertite per numero di contagi, intorno alla nostra regione adesso ci sarebbe un cordone sanitario e in Lombardia nessuna attività sarebbe stata mai interrotta. Qui a Cosenza i cittadini hanno avuto un comportamento esemplare ed è stato sufficiente rivolgere loro solo un appello per il rispetto delle misure di contenimento senza mai ricorrere da parte mia ad atteggiamenti da “sindaco sceriffo”. Dispiace constatare che in altre città del nord e a Milano persistano ancora comportamenti superficiali con mancanza di senso di responsabilità, che mettono a rischio la salute di tutti i cittadini italiani e la possibilità di una ripresa economica del paese».

E quanto dichiara all’AdnKronos il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, commentando la folla lungo i Navigli a Milano immortalata da diversi video.

«La disciplina e lo spirito di sacrificio, il senso civico dimostrato dai cittadini in questo particolare periodo di grave emergenza – aggiunge Occhiuto – danno una risposta a chi ancora esprime ridicole offese nei confronti del sud. Questa è l’occasione perché si capisca una volta per tutte che è venuto il momento di puntare concretamente allo sviluppo delle regioni del sud, come prospettiva non solo per la ripresa economica ma per il rilancio del nostro Paese».