Assunti in Calabria cinque nuovi presidi

Cinque nuovi presidi entreranno in servizio, in Calabria, dal primo settembre. Il ministero ha assegnato ai ruoli regionali cinque vincitori inseriti nella graduatoria di merito del concorso per dirigente scolastico 2017.

Sul sito dell’Usr è stato pubblicato l’elenco dei nuovi dirigenti, con le rispettive sedi. Si tratta di Antonella Mongiardo, Maria Rosaria Maiorano, Alessandra Morimanno, Saverio Molinaro e Antonio Bulotta, ai quali sono state assegnate, rispettivamente, le scuole: IIS “Costanzo” di Decollatura, l’ IC di Tiriolo, la DD n°2 di Castrovillari, l’IC di Belmonte Calabro, l’IC Cropani-Simeri Crichi di Cropani.

In questa tornata nazionale di assunzioni, l’Usr Calabria si è dimostrato particolarmente veloce ed efficiente.
Il nuovo anno scolastico si prospetta non proprio in discesa, per via di alcune novità che destano perplessità nel mondo della scuola.

Primo fra tutti, l’obbligo di controllo del green pass da parte delle scuole. In base alle ultime disposizioni governative, il personale scolastico dovrà possedere il green pass per poter lavorare. Di conseguenza scatta, per i dirigenti scolastici, l’obbligo di verificare il possesso del foglio verde da parte del personale in servizio. Tale misura è stata disposta dal governo per garantire i più fragili nell’ambito del personale scolastico, che per il 90% ha aderito alla vaccinazione su base volontaria.

In sostanza, i lavoratori scolastici che non risulteranno in possesso di green pass dovranno stare a casa e, dopo cinque giorni, l’assenza dal lavoro sarà considerata ingiustificata. Chi ha problemi particolari di salute sarà escluso dal Green pass e chi non vorrà vaccinarsi sarà invitato a fare il tampone prima di ogni rientro a scuola. Il responsabile del controllo dei Green Pass di insegnanti e personale Ata è il dirigente scolastico, che potrà nominare una persona dedicata: chi non porterà il certificato a scuola (e anche il preside che non farà il controllo) potrà essere multato con una specifica ammenda.

La sanzione potrebbe essere raddoppiata a fronte di un comportamento reiterato. Sulla modalità di verifica del foglio verde non si hanno ancora indicazioni precise, ma questa nuova incombenza desta una certa apprensione tra i dirigenti scolastici, già alle prese con molteplici adempimenti di inizio d’anno.