Atastala è andata in scena

 Un testo raffinato e sapientemente ambiguo, coro e danza: ecco uno spettacolo di buon teatro per un pubblico di intenditori. La prima di Atastala ha affrontato con pieno successo la prova del palcoscenico, nel Piccolo Teatro di Montepaone Lido.

Siamo nel 1529, e Lucrezia, una donna di Petrizzi, subisce il processo per stregoneria: è una calunnia, oppure Lucrezia è veramente Atastala; e chi è il misterioso avvocato che ne assume, con sottile abilità, la difesa? Ma questo è teatro, trasmettere emozioni e inquietare lo spettatore; se no, è noioso predicozzo politicamente corretto. Così commenta l’autore, Ulderico Nisticò; e così hanno lavorato la regista, Miriam Santopolo, e i suoi bravissimi attori: Atastala – Patrizia Tolotta; Padre Ludovico – Eraldo Fera; Avvocato – Ivan Santopolo; notaio Salluca – Peppe Giorla; Assunta – Liliana Pologruto; Caterina – Eleonora Giorla; madre Addolorata – Rosanna Pasquale; Salvatore – Eraldo Rizzo. Essenziale la funzione del coro: Adele Esposito, Teresa Lagani, Sabrina Pasquale; e della danzatrice Clarissa Soluri.

 Sono in programmazione delle repliche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *