Auto sbanda e si schianta, quattro ragazzi morti

Una manovra di sorpasso azzardata e poi l’impatto mortale contro un palazzo in località Setteville, a Guidonia. Così hanno perso la vita due ragazzi e due ragazze, tutti di 17 e 18 anni. I corpi sono stati estratti dai vigili del fuoco dalle lamiere di una Mini Cooper, che da Tivoli viaggiava a tutta velocità in direzione Roma. Un altro giovane, di 28 anni, è morto all’alba nella Capitale, dopo essersi scontrato contro un taxi a bordo del suo scooter.

Sull’auto si trovavano quattro amici di Tivoli: i 18enni Federico Baldi e Riccardo Murdaca, di origini calabresi, che probabilmente era al volante, Jessica Ginai (18 anni) e Ambra Shaliani (17), entrambe di origini albanesi. La Mini Cooper ha sorpassato un furgone che la precedeva, guidato da un egiziano di trent’anni diretto ai mercati generali. Per la forte velocità e forse per l’asfalto viscido è schizzata senza controllo nella manovra di rientro. La vettura si è quasi disintegrata dopo essersi schiantata contro l’angolo di uno stabile, per poi terminare la corsa contro l’albero. Le salme sono state portate all’obitorio del cimitero del Verano per l’autopsia e il riconoscimento. Il tratto di via Tiburtina dove si è verificato lo schianto è stato chiuso al traffico fino al termine delle operazioni.