Auto si ribalta durante battuta di caccia al cinghiale, morto un uomo

È finita in tragedia una battuta di caccia al cinghiale che si stava svolgendo ieri nelle colline ascolane tra le frazioni di Mozzano e Rosara. Un morto e un ferito grave è, infatti, il tragico bilancio dell’incidente stradale che si è verificato intorno alle 13.30 a Santa Maria in Capriglia nel quale sono rimasti coinvolti i due cacciatori che a bordo di un pick up stavano effettuando uno spostamento durante la battuta di caccia.

L’auto è finita fuori strada e si è ribaltata: nello schianto ha perso la vita Claudio Sirocchi di 70 anni residente a Rosara mentre S. M. di 76 anni, residente a Poggio di Bretta, è rimasto ferito gravemente tanto che per lui si è reso necessario l’intervento dell’eliambulanza con la quale è stato trasferito all’ospedale regionale di Torrette dove è ricoverato in prognosi riservata. È stato sottoposto ad una serie di accertamenti.

Spetterà ora agli agenti della polizia municipale di Ascoli, giunti sul posto per i rilievi di rito, ricostruire la dinamica dell’accaduto. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che i due cacciatori, a bordo del pick up della Nissan, poco prima del ponte della frazione di Mozzano, lungo il vecchio tracciato della Salaria, hanno imboccato la strada bianca che passando per Coperso conduce fino alla frazione di Rosara.

Giunti nei pressi della contrada di Santa Maria in Capriglia, Sirocchi, che era alla guida del fuoristrada, nell’affrontare un tornante, ha perso il controllo dell’auto finendo fuori strada. Il pick up è scivolato nella scarpata per una ventina di metri ribaltandosi per poi fermare la sua corsa a poca distanza da un campo coltivato.

Il settantenne, sfortunatamente, è stato sbalzato fuori dall’abitacolo, per essere poi schiacciato dal pesante automezzo. Il settantaseienne che era con lui, invece, è rimasto incastrato nell’abitacolo rimanendo ferito gravemente.