“Avviato il nuovo corso della Pro Loco Falerna”

 Nei giorni scorsi, ha avuto luogo il rinnovo degli organi sociali della Pro Loco di Falerna. La partecipazione è stata altissima, vicina al 75% degli iscritti, a dimostrazione del forte senso di appartenenza dei soci e dell’importanza dell’evento. L’appuntamento ha avuto luogo presso la Società operaia di mutuo soccorso di Castiglione Marittimo, fondata nel 1904 e decana tra i sodalizi falernesi, con cui la Pro Loco ha, da tempo, instaurato una proficua collaborazione.

Le urne hanno premiato Caterina Cario, eletta presidente con l’ampio sostegno dell’assemblea e col favore unanime del direttivo: determinata e dinamica, Cario ha illustrato il suo programma, improntato alla novità, al dialogo ed alla valorizzazione del territorio. Sarà affiancata dal vice Ippolito Muoio, dal tesoriere Vincenzina Renda, da Armido Cario alla segreteria, dai consiglieri Elisabetta Strangis, Nicolino Ferraro e Roberto Di Domenico. A completare il quadro, i revisori Cinzia Iuliano, Michele Bassarelli e Giuseppe Ruberto, presidente uscente.

Il nuovo direttivo si è tempestivamente messo all’opera, mettendo in cantiere diverse iniziative per il prossimo futuro. In una nota congiunta dei neoeletti, si legge, infatti, che «Pro loco non è solo sinonimo di informazione e promozione turistica, di valorizzazione dei luoghi ma anche di socializzazione. Oltre a promuovere la cultura dell’ospitalità, bisogna perseguire l’obiettivo della conoscenza globale del territorio e, più in generale, di sensibilizzare la popolazione residente ed i turisti verso una maggiore coscienza civica ed un più intenso rispetto dell’ambiente circostante».

Per raggiungere gli ambiziosi scopi, è opportuna una costruttiva cooperazione ed una positiva sinergia con tutti gli attori locali, allo scopo di migliorare la qualità della vita dei residenti e di favorire la coesione. «La Pro Loco è un’associazione apartitica ed apolitica senza scopi di lucro e si adopera a favore della comunità locale mediante l’attività volontaria e coordinata dei suoi Soci»: per questo, benché conti quasi novanta soci, «mira a rafforzare la partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini, nel solco degli obiettivi statutari e delle iniziative, già messe in atto da gruppi di operosi volontari». Non manca, infine, la gratitudine verso la Società operaia di mutuo soccorso “Iolanda Margherita”, «storico emblema dell’identità locale e partner prezioso della Pro Loco».