Bambino francese di 9 anni dà da mangiare allo squalo con le mani e viene ferito gravemente al braccio

Un bambino francese di 9 anni di Setè, un comune francese del dipartimento dell’Hérault nella regione dell’Occitania, si trova in vacanza con la sua famiglia a Moorea, Tahiti. Qui, va a visitare un Motu privato, un’isolotto chiamato anche lagoonarium, luogo ricco di pesci e ad un certo punto decide di dare da mangiare a uno squalo con le mani, venendo subito ferito gravemente dall’animale con morsi profondi al braccio e alla mano destra.

Il ragazzo, immediatamente uscito dall’acqua, è stato accompagnato all’ospedale di Moorea e poi trasferìto a Papeete, dove è stato operato e ricoverato per diversi giorni. È fuori pericolo e non dovrebbe perdere l’uso del braccio e della mano. Tiago, questo il nome del bimbo, ha osato un po’ troppo e, dato che ha voluto allungare del cibo agli squali con le mani, si è beccato un morso dall’animale.

Questo incidente ha causato molta emozione e ansia, fino a Sète, ai parenti della famiglia Ortis, ben noti nella singolare isola. Il papà di Tiago, Guillaume Ortis, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti, è infatti il ​​creatore della palla da tennis dell’FC Sète 34 e l’allenatore della squadra francese. Saraa Ortis, la madre, è un’infermiera a Sète che ha pubblicato il video su YouTube e quanto accaduto che, vista la pericolosità degli squali, poteva avere un finale molto peggiore.