Bambino investito da auto in manovra, la famiglia: “Manuel continua a lottare, aiutateci a pregare”

Restano stabili le condizioni del piccolo Manuel, il bambino di quasi due anni investito accidentalmente da un’auto domenica scorsa nel cortile della sua abitazione a Curinga mentre giocava. Immediatamente soccorso dai sanitari del 118, è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale Pugliese-Ciacco di Catanzaro dove è ricoverato in Rianimazione.

“Un’altra notte è passata e Manuel continua a lottare e noi insieme a lui” scrive su Facebook la famiglia del piccolo che in questi giorni si sta appellando, tramite i social, a tutti i calabresi che, uniti in preghiera, continuano a stare vicino a Manuel e alla sua famiglia. Le sue condizioni sono stabili ma rimangono ancora molto gravi: “Ieri ci ha regalato piccolissimi segni da prendere con estrema cautela – si legge ancora in un post dei familiari su facebook – ma a noi hanno dato una grande forza. La strada è lunga ma siamo tutti con lui, quindi continuiamo a stargli vicino pregando, così che abbia vicino i migliori medici possibili”.

Per lui si è pregato anche a Lourdes “aiutateci a pregare – si legge in un altro post sui social – anche se siete lontani, condividete questo messaggio sui vostri profili, passate parola come potete per una preghiera comunitaria senza confini che possa arrivare al cielo ed essere esaudita”. Sono ormai cinque giorni che Manuel sta combattendo la sua battaglia per la vita e, insieme a lui, oltre alla sua famiglia e alla comunità di Curinga, anche tanti calabresi che dovunque si trovino rivolgono un pensiero e una preghiera affinché il piccolo possa tornare a casa e continuare a giocare come stava facendo quel pomeriggio di domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.