Beccato mentre preleva inerti dal fiume, denunciato

I carabinieri Forestale di Santa Severina hanno sorpreso e denunciato in stato di libertà una persona sorpresa mentre asportava illecitamente materiale inerte dal greto del fiume Neto, in località “Fondo Scrivo” di Scandale.

Il prelievo, secondo quanto riferiscono i militari, è stato effettuato senza alcuna autorizzazione con l’ausilio di un escavatore e di un camion munito di cassone. Complessivamente, dal greto del fiume, nel momento in cui sono intervenuti i carabinieri, erano stati prelevati dieci metri cubi di materiale costituito da sabbia e limo.

L’area in cui é avvenuto il furto di inerti, tra l’altro, è sottoposta a vincolo paesaggistico e classificata come Zona di protezione speciale denominata “Marchesato e Fiume Neto”, area considerata strategica sotto il profilo della tutela della biodiversità e del mantenimento di idonei habitat per la conservazione delle popolazioni di uccelli selvatici migratori.

Alla persona denunciata sono stati contestati i reati di furto aggravato e deturpamento di bellezze naturali, oltre a varie violazioni al Codice dei beni culturali e del paesaggio.