“Biglietteria chiusa”. Shade attacca l’aeroporto di Lamezia Terme, la replica di Sacal

Arriva la replica di Sacal, la società che gestisce gli scali calabresi, dopo l’attacco ricevuto dal cantante torinese Shade, rimasto bloccato all’aeroporto di Lamezia Terme perchè – a suo dire – la biglietteria era chiusa.

“In merito all’informazione circolata sui social da parte del cantante rapper Shade circa la mancanza di biglietteria nell’Aeroporto di Lamezia Terme, Sacal Ground Handling, la società dello scalo lametino che fornisce assistenza a terra ai passeggeri e ai vettori, chiarisce quanto segue: “Al passeggero in questione è stato negato l’imbarco non a causa di overbooking ma per ritardata presentazione ai banchi check in”.

“Nonostante fosse in possesso di regolare carta d’imbarco, avrebbe dovuto spedire il bagaglio. Quando un volo è chiuso l’imbarco è impossibile, all’aeroporto di Lamezia così come in qualsiasi altro scalo”.

“Considerata l’effettiva situazione di overbooking, il personale della Sacal GH, come è solito fare, si è prodigato nel fornire assistenza, e ha ugualmente inserito il passeggero tra coloro che potevano usufruire della riprotezione, per come previsto dalle procedure della compagnia e dal Regolamento Europeo 261/2004. Sipario”.