Bilancio positivo per “Il Fiore di Pietra”

Mani abili a far diffondere ad un pianoforte a coda musica capace di ripartire laddove si arresta il potere delle parole, una location incantevole ridestata da lungo letargo grazie alla determinazione di privati che hanno creduto sin dal primo momento nelle potenzialità di uno dei più bei centri storici del circondario, uditori avvezzi all’immortalità dei brani classici, l’orizzonte del mar Ionio illuminato dalla luna a farne da cornice. Questi gli elementi caratterizzanti il concerto organizzato e curato nei particolari dal sodalizio petrizzese e generosamente offerto come consuetudine dal cittadino onorario Jun Kanno, pianista giapponese di fama internazionale.

All’evento, quest’anno particolarmente partecipato grazie anche al luogo dal fascino straordinario che lo ha ospitato, il compito di chiudere una stagione costellata di successi che hanno portato la Pro-loco Petrizzi “Il Fiore di Pietra” ancora una volta a distinguersi tra le associazioni locali nate con lo scopo di promozione e turismo del territorio. Con l’estate che volge all’epilogo portandosi via una strepitosa quarantesima edizione della sagra delle “penne all’arrabbiata”, il vivace direttivo forte delle soddisfazioni incamerate che hanno certamente di gran lunga ripagato gli sforzi fatti, pur riprendendo respiro strizza l’occhio all’autunno, riprende la corsa e volge il pensiero a nuovi programmi sempre e comunque atti a valorizzare il paesino delle preserre che ha fatto della tranquillità di vita, della civiltà e della cultura motivo di orgoglio.

E’ solo quando si è fieri della propria storia e pienamente appagati dagli ambiti traguardi raggiunti che si lavora coesi riuscendo a sopravvivere virtuosamente anche alle molteplici difficoltà economiche che assillano associazioni rimaste unico importante volano turistico di quei borghi che aspettano, silenti solo di essere rivisitati e vissuti.

Massimiliano Giorla 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.