Bimba di 1 anno sbranata dal pitbull dei nonni durante un pranzo di famiglia

I genitori l’avevano fatta sedere a terra nel giardino dei nonni per il pranzo, quando il pitbull di famiglia, nel giro di pochi secondi, l’ha aggredita azzannandola. E’ morta così a soli 15 mesi di vita la piccola Scarlett Pereira. L’incidente si è verificato giovedì a East Providence, nel Rhode Island, Stati Uniti. Le ferite che le aveva procurato il cane erano troppo profonde, al punto che le sono risultate fatali.

Trasferita d’urgenza all’ospedale pediatrico di Hasbro, ne è stato dichiarato il decesso poco dopo. “È difficile dire perché anche un cane di famiglia possa improvvisamente scatenarsi in questo modo”, ha detto il capo della polizia, William Nebus, aggiungendo a WPRI che “l’animale ha seguito la bambina e l’ha aggredita mentre gli adulti si stavano preparando per il pranzo. Per quanto ne sappiamo al momento è stato un attacco non provocato”.

Anche due membri della famiglia, che non sono stati identificati, sono rimasti feriti nel tentativo di salvare Scarlett dalle grinfie dell’animale. Alla fine il cane è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da agenti di polizia giunti sul luogo. Tuttavia, da quanto ricostruito dagli investigatori che continuano ad indagare su quanto successo, pare che il pitbull non abbia mai avuto comportamenti violenti prima dell’attacco alla bambina.

Una raccolta online è stata lanciata sulla piattaforma GoFundMe per aiutare i genitori  Manny e Brianne Pereira ad organizzare le esequie della piccola.

“Con il cuore pesante e le lacrime agli occhi, condivido con voi la perdita di questa bellissima e amata bambina – si legge sulla pagina a lei dedicata -. Ieri pomeriggio, a mio ex cognato e sua moglie è stata portata via tragicamente la figlia. Aveva 15 mesi ed aveva appena cominciato a camminare. Non si può descrivere con le parole il dolore che proviamo”. (fanpage.it)