Blitz dei NAS nelle macellerie, sequestrati in totale 300 kg di alimenti non a norma

Il NAS di Catanzaro, nell’ambito dei servizi predisposti per la sicurezza alimentare, ha eseguito una serie di controlli nel capoluogo e nella provincia di Vibo Valentia. In particolare sono finite nel mirino dei controlli dei militari alcune macellerie.

Diverse le irregolarità riscontrare: in una macelleria sono state sequestrate 183 uova fresche, prive delle indicazioni sulla loro tracciabilità. Nello stesso punto vendita erano eseguite preparazioni gastronomiche pronte per la cottura, non notificate all’Autorità Sanitaria.

All’interno di un’altra macelleria, invece, i militari hanno posto sotto sequestro di 170 kg di salumi e 35 kg di prodotti ittici congelati, tutti sprovvisti di indicazione della provenienza degli alimenti mentre, in un’attività commerciale del circondario del capoluogo gli uomini del NAS ha proceduto al sequestro di 100 hamburger preconfezionati con data di scadenza oltrepassata ma venduti sfusi (eliminando l’involucro originale) e 50 kg di carne bovina e suina congelata in modo irregolare. I responsabili sono stati segnalati alle autorità amministrative e sanitarie e della competente autorità giudiziaria. Il quantitativo di merce sottratta al commercio e posta sotto sequestro è pari a 13mila euro.