Bombe ed intimidazioni ad una famiglia, 32enne arrestato

I carabinieri di Joppolo, a conclusione di attività investigativa posta in essere da agosto 2017 e riguardante tutti i danneggiamenti e gli atti intimidatori nei confronti di una famiglia di Coccorino, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del 32enne Carmelo Falduto (nella foto).

Secondo la certosina attività dei carabinieri, sarebbe il responsabile di tutti i gravi fatti accaduti nella piccola frazione di Joppolo. I militari hanno individuato anche il motivo della lunga serie di danneggiamenti e intimidazioni. Alla base di tutti ci sarebbero questioni familiari su cui sono tuttora in corso altri accertamenti da parte dei carabinieri. Gli investigatori avevano ricostruito la dinamica dei fatti già a novembre ottenendo dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia l’emissione di un provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. Quasi subito, però, si è registrato la mancata osservazione del provvedimento da parte di Falduto.

 I carabinieri hanno silenziosamente raccolto tutti gli elementi per poter dimostrare la pericolosità del trentaduenne ottenendo nella giornata di ieri, la custodia cautelare ai domiciliari. Gli accertamenti ulteriori dei carabinieri andranno a scavare ancora di più nei motivi che hanno portato Falduto a questa escalation di violenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.