Bonus di 200 euro anche a disoccupati, stagionali e percettori reddito di cittadinanza

Nuove indiscrezioni riguardo il bonus da 200 euro incluso nel decreto Aiuti approvato lunedì in Consiglio dei ministri: il contributo una tantum – pensato per mitigare l’impatto del caro energia dovuto alla guerra in Ucraina – secondo fonti governative sarà elargito, oltre che a lavoratori dipendenti e pensionati con reddito inferiore a 35mila euro, anche ad autonomi e disoccupati.

Secondo quanto dichiarato dal presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa, il contributo sarà elargito senza che i cittadini facciano alcuna richiesta: per quanto riguarda i pensionati dovrebbe essere erogato direttamente dall’Inps, mentre per i dipendenti sarà versato nelle buste dai datori di lavoro; questi potranno recuperare il bonus erogato ai lavoratori al primo pagamento di imposta utile in ordine di tempo.

Non essendo ancora stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale le tempistiche non sono certe, ma con tutta probabilità il bonus arriverà tra giugno e luglio. Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, la misura dovrebbe prevedere la creazione di un apposito fondo, al quale potranno attingere in base a modalità che verranno comunicate nei prossimi giorni. Il bonus si applicherà anche ai rapporti di lavoro domestico e ai beneficiari del reddito di cittadinanza.

Dalla bozza del decreto si apprende anche della creazione di un fondo rivolto a studenti e lavoratori da 100 milioni di euro, che erogherà un buono fino a 60 euro per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. Come dichiarato da Draghi, le misure previste dal decreto dovrebbero interessare 28 milioni di italiani.