Borghi calabresi: Guardavalle

La nascita di Guardavalle è stata determinata, come per quasi tutti i borghi a mezza costa della Calabria, dalla necessità di difendersi dalle incursioni dei saraceni. Siamo intorno al IX secolo.
Il Comune dipendeva dal feudo di Stilo. Dominarono i Normanni, gli Svevi e gli Angioini prima e poi gli Aragonesi, gli Spagnoli e i Francesi. Infine i Borbone prima dell’unità d’Italia.

Particolarmente suggestivi i paesaggi che la circondano con boschi e torrenti, uno dei quali, l’Assi, dà origine alla Cascata di Pietracupa, che presenta un salto di oltre 10 metri.
Le architetture sacre presenti ;
– Chiesa e Convento di Maria Assunta, risalente al 1568.
– Chiesa di San Carlo Borromeo ruderi
– chiesa Santa Caterina
– chiesa Sant’Agazio
– chiesa dell’Immacolata.

I palazzi nobiliari:
– Il maestoso Palazzo Rispoli del XIX secolo con due torri circolari;
– Palazzo Falletti, con l’importante ingresso caratterizzato da due colonne di granito monolitico in nicchie.
– Palazzo Salerno
– Palazzo Sirleto
– Casa Spedalieri
– Palazzo Criniti
– Palazzo Ritirano.