Bufera di vento, si contano i danni nel soveratese

Dall’Ordine di MALTA – Corpo Italiano di Soccorso Gruppo di Soverato riceviamo e pubblichiamo:

A risposta di quanti ci stanno contattando per delucidazioni sulle varie ordinanze dei sindaci di Soverato e comprensorio:
Premesso che il sindaco è la massima autorità di Protezione Civile cittadina e che, quindi, non spetta a noi sindacare le ordinanze rileviamo comunque che una emergenza ha 3 fasi di evoluzione (prima, durante e dopo). Nel caso odierno se pur la situazione meteo è decisamente migliorata la fase di emergenza non può intendersi conclusa a causa delle centinaia di siti interessati ieri dalla fortissima tempesta che ha colpito la Calabria in generale e la fascia ionica in particolare.

Oggi, come specificato in varie ordinanze, verranno ispezionati dai VVFF, dall’ANAS, dalle Ferrovie dagli operai comunali etc i luoghi più sensibili per l’incolumità pubblica al fine di verificare e prevenire possibili danni da alberi, detriti, oggetti e materiali caduti in nottata o in stato pericolante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.