Calabria – Al via venerdì 5 gennaio i “saldi invernali”

Al via con il primo grande appuntamento degli acquisti 2018… “i saldi invernali”.
La prima Regione a partire è stata la Basilicata mentre in Calabria tocca fare il conto alla rovescia per altri due giorni.
I Saldi per la Regione Calabria prenderanno il via venerdì 5 gennaio e si prolungheranno fino a mercoledì 28 Febbraio.

Dagli studi effettuati, secondo FederTerziario Cosenza, è emerso che tra le 800mila attività commerciali italiane, una su tre aderirà ai saldi coinvolgendo un italiano su due a fare almeno un acquisto, programmando un budget di spesa medio di € 150,00.
Per invogliare maggiormente all’acquisto tante imprese hanno deciso di aumentare lo sconto di partenza con una percentuale del -30% sin dal primo giorno.
I 10 CONSIGLI di FederTerziario Cosenza PER NON CADERE NELLA TRAPPOLA DEI “FALSI SALDI”

SOSTITUZIONE CAPI IN SALDO
Conservate sempre lo scontrino, perché se un difetto si palesa dopo l’acquisto, anche se il prodotto viene comprato durante il nel periodo dei saldi,il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo. Se lo stesso prodotto è finito, avete diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono).
LE VENDITE DEVONO ESSERE DI FINE STAGIONE
La merce che viene venduta durante il periodo dei saldi deve essere l’avanzo di quella della stagione che sta finendo e non dei fondi di magazzino.
CONTROLLO PREZZI
Dove possibile annotatevi i prezzi del prodotto prima che vengano messi in saldo così da poter effettuare un confronto.
COSA ACQUISTARE
Cercate di avere le idee chiare di quello che volete acquistare, così da non essere influenzati dal negoziante ad acquistare cose di cui non si ha effettivamente bisogno.
SCONTI SUPERIORI AL 50%
Diffidate degli sconti superiori al 50% perché spesso vengono aumentati i prezzi del prodotto così da poter maggiorare la percentuale di sconto.
SERVIRSI PREFERIBILMENTE NEI NEGOZI DI FIDUCIA
Quando è possibile, servitevi presso negozi di cui vi fidate
OCCHIO AI CARTELLINI DEL PREZZO
Non acquistate nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore di sconto applicato.
PROVA DEI CAPI
La prova dei capi non è un obbligo, ma è rimesso alla discrezionalità del negoziante.
PAGAMENTI
Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche durante il periodo dei saldi.
SEGNALARE TRUFFE
Se pensate di essere stati truffati rivolgetevi al Codacons oppure chiamate i vigili urbani.