Campionato Italiano di Rugby League, Crociati vs Syrako 54-12

Parte con il piede giusto l’avventura della franchigia calabro-siciliana dei Crociati nella massima competizione di Rugby League organizzato dalla LIRFL.
I ragazzi del presidente Fausto Coppola, hanno battuto sul campo del Del Duca di San Floro l’esperta squadra del Syrako Rugby League con il punteggio di 54-12, nella gara di andata dei quarti di finale del Campionato Italiano.
I Crociati, che hanno raccolto l’eredità dei campioni in carica della Rugby Reggio, hanno dato una vera e propria prova di forza dominando un avversario che ha potuto schierare in campo ben tre nazionali italiani reduci dalla recente trasferta azzurra in Grecia. I giallorossi, guidati in panchina dal tecnico del Clan Catanzaro, Fulvio Tolomeo, hanno infatti mantenuto il pallino del gioco per gran parte della gara, soffrendo solo nei primissimi minuti a causa dell’indisciplina della propria linea difensiva dovuta principalmente alla conoscenza ancora non ottimale di tutte le sfaccettature del regolamento del rugby a 13. La gara, fatta esclusione per il primo quarto d’ora, non è comunque mai stata in discussione con la compagine crociata capace di liquidare i ragazzi siracusani con un punteggio che non lascia molti dubbi sull’andamento del match.

A fine gara grande soddisfazione per il capitano giallorosso, e nazionale azzurro, Lorenzo Imbalzano, che si è così espresso: “Contava vincere e abbiamo vinto, ma è chiaro che abbiano ancora molto su cui lavorare. Ci siamo trovati al cospetto di una formazione con molta più esperienza di noi nel rugby a 13, e alla vigilia temevo molto la loro organizzazione e la loro dimestichezza con questa disciplina. D’altronde non bisogna dimenticare che la nostra squadra mette insieme almeno quattro realtà diverse, con ragazzi che hanno potuto allenarsi insieme pochissimo. Per fortuna dopo una prima fase di assestamento è venuta fuori la fisicità e la brillantezza dei nostri 95, 96 e 97, la cui esuberanza, sotto la guida dei giocatori più esperti, ha permesso di scavare il solco tra noi e loro.

Oltre alla vittoria la cosa più piacevole è proprio constatare la giovane età media della rosa a nostra disposizione, e sono sicuro che più di uno dei nostri ragazzi terribili finirà per attirare le attenzioni dei due selezionatori della Nazionale, Marini e Rotilio.

Ovviamente cerchiamo di volare bassi, perché sappiamo che a Siracusa sarà tutta un’altra storia e che per passare il turno dovremo tutti dare il 100%.”

Allo stesso modo non poteva che essere positivo anche il commento a caldo del responsabile calabrese della LIRFL, nonché Team Manager e giocatore dei Crociati, Gianluca Giglio: “Dopo la vittoria dello scorso anno ci tenevamo a presentarci ai nastri di partenza di questo campionato con una squadra competitiva che fosse in grado di difendere nel migliore dei modi il tricolore conquistato dal Rugby Reggio. Per raggiungere questo obbiettivo abbiamo deciso di puntare soprattutto sui giovani, inserendo in rosa ragazzi provenienti da diverse realtà rugbystiche della nostra penisola racchiuse in una franchigia con un anima soprattutto calabrese e siciliana. Non possiamo quindi che essere contenti per l’esito di questa prima gara, che rappresenta però soltanto un primo piccolo tassello nella corsa verso la finale che si disputerà a L’Aquila. Detto questo mi sembra giusto sottolineare che a prescindere dal risultato che la nostra franchigia riuscirà a raggiungere in questa competizione, rimarrà il grande lavoro fatto fino ad oggi dal movimento calabrese, che in soli tre anni è diventata una realtà che ha saputo meritarsi sul campo il rispetto di tutte le squadre del circuito nazionale del rugby league. Ora andiamo a Siracusa con la consapevolezza di avere la forza necessaria per raggiungere per il terzo anno consecutivo il prestigioso traguardo delle semifinali scudetto, di certo non sarà facile, ma noi ci crediamo.”

Dopo la vittoria maturata sul campo del Del Duca, i Crociati di coach Tolomeo sono chiamati a confermarsi sul campo del Syrako nella partita di ritorno che si giocherà a Siracusa il prossimo 24 giugno.

Crociati CzRcMe: Strippoli (Rinos Nuovo Salario), Imbalzano (Amatori Messina), Catrambone (Clan Catanzaro), Sangiuliano (Clan Catanzaro), L.De Paula (Clan Catanzaro), Greco (Normanni Lamezia), Giglio (Rinos Nuovo Salario), Gaglianese (Clan Catanzaro), Giuseppe Pirrotta (CLC Messina), Sorbara (CAS Reggio Calabria), Perri (CLC Messina), Spanò (CLC Messina), Palella (CLC Messina), Rizzo (CLC Messina), Cozza (Mastini Cosenza), Ferraiuolo (Clan Catanzaro), Longo (CLC Messina), Riccio (Clan Catanzaro), Pugliese (Clan Catanzaro), Coppola (Clan Catanzaro), Failla (Clan Catanzaro). All.Tolomeo.

Marcatori Crociati: 10 mete, Imbalzano (2), Perri, Sangiuliano, Cozza (2), Greco, Strippoli, Spanò (2). 7 trasformazioni, Longo (5), Cozza (2).