Caravella portoghese punge una donna, ricoverata due giorni per aritmia

Una donna è stata punta da una caravella portoghese in Sicilia, al largo delle isole Ciclopi. In seguito è stata ricoverata all’ospedale Policlinico San Marco di Catania. La donna, di 68 anni, ora sta bene ed è a casa: ha 68 anni e nei giorni scorsi stava facendo il bagno ad Acitrezza, frazione marinara di Aci Castello, prima di essere punta. La diagnosi le era stata fatta durante una visita ambulatoriale per delle ustioni alle gambe, all’ospedale San Marco di Catania.

La paziente, che ha problemi cardiaci e aveva un’aritmia, vista la tossicità del “veleno” rilasciato dalla caravella portoghese, è stata ricoverata per due notti, in via precauzionale, nel reparto di Cardiologia del Cannizzaro. Successivamente è stata nuovamente visitata al San Marco dove le è stata confermata la diagnosi ed è tornata a casa.

Fonti ospedaliere smentiscono che sia stata ricoverata in Rianimazione. L’invertebrato marino è stato avvistato da poco sulle coste italiane. L’unico caso mortale mai registrato in Italia, una donna di 69 anni, risale al 2010, in Sardegna. Dalla terra sicula arriva invece il primo caso di puntura della stagione.