Caro bollette e inflazione, bonus da 200 euro per 28 milioni di lavoratori e pensionati

È questa la maggiore novità del Decreto Aiuti varato dal governo Draghi. La nuova misura, che assorbe 6,5 miliardi dei 12 totali stanziati, è destinata ai redditi sino a 35 mila euro lordi. Come richiederlo? Secondo le prime anticipazioni i pensionati riceveranno il bonus con la pensione di luglio. I lavoratori dipendenti lo riceveranno direttamente in busta paga tra giugno e luglio.

Il contributo sarà versato direttamente dalle imprese. Le quali, come ha spiegato ieri Mario Draghi, verranno ristorate al primo pagamento fiscale.

Il bonus contro l’inflazione verrà in parte finanziato con la tassa sugli extra-profitti delle imprese energetiche. È destinato a lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. La soglia di reddito per fruire dell’aiuto è fissata a 35 mila euro lordi. Nella maggior parte dei casi la detrazione arriverà attraverso sostituti d’imposta.

Ovvero l’Inps e gli altri enti previdenziali nel caso dei pensionati e i datori di lavoro per i lavoratori. E va a sommarsi ad altri aiuti. Per le famiglie diventa retroattivo il bonus sociale per le bollette: eventuali pagamenti di somme eccedenti sarà automaticamente compensato in bolletta una volta presentato l’Isee.