Case a luci rosse nel catanzarese, scarcerato uno degli indagati

Il Tribunale del Riesame ha disposto la scarcerazione di uno dei 5 indagati nell’operazione condotta il 3 ottobre scorso contro il reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nel Catanzarese. M.G., residente a Borgia, era stato arrestato nell’operazione condotta dai Carabinieri delle Compagnie di Catanzaro e Soverato i quali hanno dato esecuzione a sei ordinanze di custodia cautelare, emesse dall’ufficio gip/gup del Tribunale di Catanzaro su proposta della Procura della Repubblica di Catanzaro, nei confronti di soggetti che si sono resi responsabili del reato di favoreggiamento e sfruttamento alla prostituzione, procedendo altresì al sequestro preventivo degli appartamenti utilizzati per le attività illecite.

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, al termine della Camera di consiglio del 13 ottobre, in accoglimento dell’istanza del difensore avvocato Arturo Bova, ha ordinato l’immediata scarcerazione dell’uomo sostituendo la misura cautelare degli arresti domiciliari con l’applicazione della misura meno afflittiva dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.