Catanzaro – Assolo musicale e divieti di Natale

Riceviamo e pubblichiamo: 
La musica si ripete e le idee intonano una scopiazzatura dei modelli precedenti. Ecco la messa in mora dei nostri propositi artistici, per cui ad oggi continua una tale disattenzione da parte del Comune in balia delle “onde giudiziarie”.

Quali siano i motivi di pregiudizio, le discriminanti sul dover affrontare una già palesata contestazione, non ci è dato ancora saperlo. Sopraggiunge, però, la ben nota decisione assessorale, assolutista e di Natale, che include, così, troppa distanza “culturale”.

L’ Associazione Culturale Exence Live Musica e Spettacolo, da oltre 10 anni presente a Catanzaro, tra gemellaggi con altre anch’ esse rinomate per la tenacia dimostrata in una terra difficile, non demorde affatto e respinge l’ indifferenza e ogni oscurantismo decretato dalle poltrone comunali, affidando ogni pubblico atto che, esposto da mesi, merita un vaglio delle opportune sedi competenti e distrettuali. Il mancato confronto che mai viene

offerto alle innumerevoli associazioni del capoluogo, avendo determinato già una frattura evidente e di rilievo, rigetta quelle istanze previste a norma di legge, atte a sostenere gli interventi socio- culturali di pubblico interesse, affermando, dunque, il necessario ricorso alla revisione del programma Natalizio espresso senza alcun “criterio” di “collaborazione”. Restiamo indignati anche a Natale, ma il curriculum degli artisti costretti a guardare, sarà il comune denominatore di un cambio radicale, con la sollecitazione ad intervenire rapidamente del Ministro per i beni e le attività culturali e turismo Dario Franceschini.