Catanzaro – Attenzione ai falsi addetti comunali per verifica Tari

Relativamente alla notizia di cronaca pubblicata su varie testate giornalistiche inerente il furto a danno di cittadini catanzaresi da parte di malviventi spacciattisi per addetti del Comune per la misurazione delle superfici da assoggettare alla tassa rifiuti, nonché con riferimento ad alcune telefonate da parte di contribuenti stupiti per l’accaduto,  ricevute dal personale comunale,  l’Ufficio Tributi del Comune di Catanzaro, diretto dal dirigente Pasquale Costantino e coordinato dal funzionario Carlo Emilio Cipparrone, AVVISA la cittadinanza che:

“Ai sensi e per gli effetti dell’art. 29 del Regolamento di applicazione della Tari (tassa rifiuti) il Comune ai fini della verifica del corretto assolvimento degli obblighi tributari, può disporre l’accesso ai locali e aree assoggettabili al tributo, mediante personale debitamente autorizzato e con preavviso di almeno sette giorni”.

Alla luce di quanto sopra la cittadinanza che non riceve alcun preavviso di “visita” ispettiva da parte del personale comunale addetto all’accertamento tributario, che si ribadisce deve essere inviato almeno sette giorni prima dell’evento e il  personale preposto deve essere munito di apposito tesserino di riconoscimento da esibire all’atto della presentazione, è invitata a non accogliere in casa soggetti che millantano l’appartenenza all’Amministrazione Comunale e a procedere immediatamente ad avvertire le forze dell’ordine.

L’ufficio rimane a disposizione per qualsiasi necessità ai seguenti recapiti: 0961881413 – 1414 – 1401 – 1715.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.