Catanzaro, lavoratori del Sant’Anna Hospital sul tetto della clinica e sul ponte Morandi

I dipendenti del Sant’Anna Hospital di Catanzaro e del sindacato autonomo Usb hanno attuato stamattina una nuova eclatante protesta per chiedere con forza lo sblocco della situazione legata al mancato accreditamento della struttura cardiochirurgica.

Alcuni manifestanti sono saliti sul tetto dell’edificio e altri hanno occupato la sede stradale del ponte Morandi incatenandosi alle inferriate della struttura, provocando disagi al traffico veicolare in ingresso in città.

“Attendiamo risposte chiare – affermano i lavoratori e i sindacalisti dell’Usb – dalla Regione Calabria e dal Commissario ad acta per la sanità in Calabria Guido Longo e siamo pronti a portare avanti la protesta sin quando non le otterremo. Nessuno ci dice o ci fa sapere nulla sul nostro futuro”. Ci sono circa 300 persone che non hanno intenzione di perdere il lavoro ingiustamente. L’Usb sottolinea: “Resteremo qui fino a quando non otterremo risposte da parte della Regione Calabria e dal Commissario Longo, di chiacchiere ne abbiamo ascoltate già troppe e dopo un mese di mobilitazione permanente è inaccettabile questo vergognoso silenzio istituzionale”.