Catanzaro – Rubano smartphone ad un ragazzo di 13 anni, due giovani denunciati

La sera di sabato scorso, nella centrale via Acri di Catanzaro, un ragazzo 13enne è stato vittima di una rapina da parte di un giovane straniero il quale, con la scusa di chiedergli l’ora gli ha strappato di mano lo smartphone e, per fuggire, gli ha sferrato un calcio che lo facendolo cadere.

Immediatamente, la Centrale Operativa della Questura ha inviato due pattuglie della Sezione Volanti che, prontamente intervenute, hanno acquisito le prime informazioni dal minore che ha descritto l’autore della rapina e hanno appreso, anche, che mediante un’applicazione dello smartphone era possibile localizzarlo.

Quindi, sono state avviate le ricerche del cellulare e, seguendo il tracciato della geo-localizzazione, i poliziotti giunti nella zona di Viale Isonzo, hanno notato e bloccato un giovane con atteggiamento sospetto, identificato in A.D., marocchino di 31 anni, trovatolo in possesso dello smartphone oggetto della rapina, che asseriva di avere acquistato poco prima da un suo connazionale.

Nel proseguo dell’attività di polizia, nel giro di qualche ora, gli Agenti hanno rintracciato quest’ultimo, C.E.A., marocchino di 19 anni. Poiché era trascorsa la flagranza del reato, entrambi gli stranieri sono stati denunciati a piede libero; in particolare, C.E.A., con precedenti di polizia in materia di stupefacenti, per il reato di rapina, e A.D., con precedenti per reati contro la persona, per il reato di ricettazione.

Lo smartphone è stato restituito al legittimo proprietario, il ragazzo 13enne, che, condotto al locale Pronto Soccorso, ha ricevuto le cure del caso per le lesioni patite a seguito della caduta, giudicate guaribili in 5 giorni.