Catanzaro – Sorpresa mentre appicca fuoco in villa comunale, arrestata

Una donna è stata arrestata nel pomeriggio di mercoledì a Catanzaro perché sorpresa ad appiccare un incendio all’interno della Villa Margherita. Il fatto è successo intorno alle 15, quando un passante aveva allertato il militare di servizio alla caserma di Piazzale Trieste, che si trova a poca distanza dai giardini pubblici, spiegando che proprio da Villa Margherita si stava sprigionando una densa colonna di fumo.

Il carabiniere ha avvisato gli altri colleghi che si sono recati sul posto per individuare il luogo dal quale arrivava il fumo. Una volta localizzato, hanno scavalcato una ringhiera in legno e, percorso un piccolo sentiero, hanno trovato una donna che, aveva accumulato dei piccoli grovigli di sterpaglie e rami secchi a cui aveva dato fuoco ed era intenta ad alimentare le fiamme con una paletta di plastica. Una volta bloccata, la donna, che non ha opposto alcuna resistenza, è apparsa in forte stato confusionale. I carabinieri sono riusciti a domare le fiamme evitando gravi conseguenze.

La donna, una 34enne catanzarese, disoccupata, con disturbi psichici e una complessa situazione familiare, è stata accompagnata in caserma per la compilazione degli atti di rito e successivamente nella sua abitazione del quartiere Sala dove è agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. La donna, che era stata trovata in possesso di un accendino, un paio di forbici, una paletta in plastica e un paio di guanti in gomma, il tutto posto sotto sequestro, dovrà rispondere del reato di incendio boschivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.