Che mi dite del turismo pasquale?

Quest’anno la Pasqua è altina se non alta; e se smette di piovere, sarebbe un ottimo momento per fare del turismo anche in Calabria. Ora sono curioso di sapere qualcosa; e, per quello che leggo e vedo, mi pare che anche quest’anno la Calabria sia a zero.
A Rimini, con un clima polare, tengono i congressi a gennaio; tutta la Riviera Romagnola, e Chianciano, Montecatini e i centri termali, e le città d’arte, in genere campano alla grande con le gite scolastiche, da marzo a fine aprile. Qualche coraggioso tenta già il mare, che del resto per uno svedese o tedesco sarebbe appetibile anche a febbraio.

La Calabria ignora l’esistenza del turismo scolastico, non dico quello da Milano, anche quello interno. Sarei lieto di sapere quante scuole del Golfo di Squillace sono mai andate a visitare l’area archeologica di Roccelletta.
Del resto, se una buona, anzi cattiva parte dei prof conoscere benissimo S. Gimignano e non sa niente di Stilo, Serra SB, Locri, Gerace, S. Severina, Taverna, Tiriolo… no, di Tiriolo sanno che vi sbarcò Ulisse con l’elicottero, e ci credono pure… e niente di Crotone, Bisignano, Cosenza, Rossano, Corigliano…
Tanto meno presentiamo la Calabria ai forestieri; e le poche volte che se ne parla, c’è sempre di mezzo la mafia, ovvero antimafia segue cena. E precede retribuito “progetto”.

E come fa, una Regione che, in mano a Oliverio e Viscomi, non ha nè un assessore al turismo nè un assessore alla cultura?
Va bene, ma almeno il mare… forse ci sarà qualche cosina a Tropea; il tutto il resto, troveste chiuso. Il serpente che si morde la coda: tutto chiuso perché non viene nessuno, e non viene nessuno perché è tutto chiuso.

A Soverato, ci sarà la fiera; e c’è dal 1880 circa. La stampa compiacente cercherà di convincere il mondo che è fresca di quest’anno e merito di chi sanno loro, ma non è così. Ci sarà gente come dal 1880; anzi, quando si teneva la fiera degli animali, se ne vedeva molta di più. Ma certi giornali locali ci ammorberanno con i numeri della lotteria: + 0,5, alleluia!
Soverato e la Calabria si preparano con il massimo impegno a ospitare bagnanti dal 3 al 16 agosto, né prima né dopo, poi tutti a dormire.

Ulderico Nisticò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.