Chiaravalle – Arriva l’elisoccorso… ma non trova il paziente

Sistema dell’emergenza-urgenza nelle Preserre all’anno zero. Stavolta dentro il riordino dei servizi sanitari è entrato pure il coordinamento del “Suem 118” che non ha integrato al meglio l’intervento dell’elisoccorso con quello del personale a terra.

Proveniente da Catanzaro, ieri mattina, poco prima di mezzogiorno sul manto erboso del campo sportivo “Foresta” è atterrato il velivolo del “118” con il personale medico a bordo. Nessuna ambulanza ad attenderlo né, tantomeno, una squadra specializzata a terra per impartire le istruzioni che in questo caso sarebbero necessarie.
Sono stati proprio gli operatori dell’elisoccorso in tuta rossa, accompagnati con una macchina privata da un operatore della struttura, a recarsi alla Casa di cura per anziani “Eben Ezer” di contrada Pirivoglia, posta a un tiro di schioppo dal “Foresta”.

Motori dell’elisoccorso fermi per oltre mezz’ora. Il tempo necessario per l’intervento degli stessi medici che, dopo aver constatato il decesso dell’anziano, hanno potuto fare ritorno alla base. Emergenza dentro l’emergenza, dunque, perché dalla postazione del “Suem 118” non è partita alcuna ambulanza, in quanto impegnata sul territorio in altra attività. (Vincenzo Iozzo – Gazzetta del Sud)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.