Chirurgo calabrese a Bologna trapianta il cuore a un 15enne, 7 anni fa aveva operato il gemello

In prima linea nonostante il coronavirus. Il cardiochirurgo di origini sidernesi Gaetano Gargiulo e la sua èquipe dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna, si legge sulla Gazzetta del Sud, ha fatto parlare la stampa nazionale per un eccezionale intervento che ha “duplicato” il trapianto di cuore da lui stesso effettuato sette anni addietro, sul fratello gemello del giovane a sua volta sottoposto adesso al trapianto di cuore.

Gargiulo, il primo maggio del 2013, aveva applicato un cuore nuovo a un adolescente di Terni, dopo una degenza lunga circa un anno trascorsa dal paziente attaccato a un cuore artificiale.

A distanza di sette anni la stessa malattia ha colpito il fratello gemello del ragazzo, oggi 15enne. Pareva che il coronavirus dovesse complicare tutto ma per fortuna, oggi come allora, è scattata la catena della solidarietà e si è trovato il nuovo cuore compatibile.