Ciak d’Oro e Nastro d’Argento per “Regina” il film di Alessandro Grande

Momenti importanti e da ricordare per il regista calabrese Alessandro Grande, che con il suo film “Regina”, continua a conquistare consensi sia di critica, sia nei festival. Nel giro di pochi giorni vince il Ciak d’oro Cult Movie e un Nastro d’Argento, consegnato alla protagonista Ginevra Francesconi con il Premio Bonacchi, per la sua ottima interpretazione. 

All’interno del Bardolino Film Festival, sotto la direzione artistica di Franco Dassisti, Alessandro Grande e Francesco Montanari hanno ritirato il Ciak d’oro Cult Movie, consegnato dal direttore del magazine cinematografico più importante d’Italia, Flavio Natalia: “Un film speciale che a causa della pandemia si è visto poco, ma che dopo essere passato al Torino Film Festival ha fatto un percorso di festival, piattaforme e finalmente anche in sala, facendosi scoprire dal pubblico che sta apprezzando un’opera realizzata con grande cura e passione”.

Non sono mancati i ringraziamenti di Alessandro Grande che, ritirando il premio, ha dichiarato di essere onorato: “Da sempre sono un affezionato lettore di Ciak e questo riconoscimento non può che essere un segno del destino. Regina è un film sincero, fatto con grande passione da ogni componente del cast e della troupe, questo Ciak d’oro va a ognuno di loro”.

Ieri sera invece si è conclusa la cerimonia dei 75 Nastri d’Argento: una candidatura nella cinquina finalista come Miglior Soggetto e la vittoria del premio Bonacchi a Ginevra Francesconi per la sua interpretazione in “Regina”, definita una pellicola delicata e interessante dal Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani.

Soddisfazioni che si aggiungono al premio ottenuto, qualche giorno fa, come Miglior opera prima per la stampa umbra al 10° Festival del Cinema della Città di Spello. Un’estate appena iniziata, ma che si preannuncia già ricca di traguardi per Alessandro Grande e il suo film Regina.