Ciclovia dei Parchi, avvio dei lavori per 142 km da Fabrizia a Tiriolo

Hanno preso avvio oggi i lavori per la realizzazione della Ciclovia dei Parchi nel tratto di competenza del Parco Regionale delle Serre.

  L’intervento, finanziato dal POR Calabria 2014/2020, prevede la messa in sicurezza del piano viario e l’installazione della segnaletica dedicata nel tratto che va da Fabrizia sino a Tiriolo per circa 142 km.  L’importo totale finanziato per questo progetto è pari a 1.250.000 euro e l’intervento consta di due lotti, uno per ogni provincia interessata (Catanzaro e Vibo Valentia).

  L’assessore regionale all’ambiente Sergio De Caprio ringrazia tutte le persone che hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto: “per la professionalità e per l’amore con cui promuovono e difendono la bellezza della Calabria, il suo territorio incontaminato che rappresenta la ricchezza più importante su cui dobbiamo costruire la prosperità. Ancora una volta, nell’unità d’intenti, per il Bene Comune, la Calabria è avanti, la Calabria è fiera”.

  Nello specifico, il percorso interessa la rete viaria secondaria che tocca i Comuni di Fabrizia, Mongiana, Serra San Bruno, Brognaturo, Spadola, Simbario, Cardinale, Torre di Ruggiero, Vallelonga, San Nicola da Crissa, Monterosso Calabro, Polia, Girifalco e Tiriolo.

  Il tracciato tocca diversi punti di particolare interesse storico-passaggio: nel comune di Mongiana la “Riserva Naturale di Cropani – Micone” con Villa Vittoria sede dei Carabinieri Forestali e il Museo delle Reali Ferriere con il suo sito archeologico, La Certosa e le chiese barocche nel Comune di Serra San Bruno, la splendida oasi protetta del lago dell’Angitola, il museo della civiltà contadina e artigiana, la via dei mulini con i frantoi ad acqua nel comune di Monterosso Calabro e la splendida veduta sul Lago dell’Angitola.

  La realizzazione della Ciclovia su tratti stradali a bassa intensità di traffico rappresenta uno dei punti cardine dell’azione di rilancio delle aree protette e delle aree interne calabresi. L’intervento da un lato avvia la realizzazione di un sistema di promozione e sviluppo del cicloturismo e dall’altro va incontro alle esigenze delle popolazioni delle aree interne che in più occasioni hanno rappresentato il pessimo stato delle arterie stradali di competenza provinciale e segnatamente della provincia di Vibo Valentia.