Coltivava canapa indiana nascosta tra gli ortaggi, 36enne arrestato

Prosegue serrata l’azione dei Carabinieri nel Vibonese nella lotta alla coltivazione e al traffico di sostanze stupefacenti, con la vigile direzione della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, guidata da Camillo Falvo.

Questa volta, i Carabinieri della Stazione di Vibo Marina, con l’ausilio dell’8° Nucleo Elicotteri, sotto il coordinamento del Sostituto Procuratore Corrado Caputo, hanno tratto in arresto e posto ai domiciliari M.F., 36enne. Gli uomini della Benemerita, hanno trovato infatti una piantagione di canapa ricavata in un’area rurale in uso a lui, sul quale sono state coltivate 140 piante di canapa del tipo olandese celate tra piante di mais, zucchine e pomodori.

Particolarmente ingegnoso anche l’impianto di irrigazione realizzato, del tipo a goccia con attivazione manuale mediante rubinetteria. Tutte le piante, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state distrutte previo campionamento. Anche questa operazione, rientra nell’ambito dei mirati controlli predisposti dall’Arma in un comprensorio dove il fenomeno della coltivazione e della produzione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana è particolarmente diffuso.

Il valore potenziale sul mercato della sostanza rinvenuta, una volta ultimato il ciclo di produzione, è stimato in oltre 60 mila euro. Vale la pena ricordare, che solo nella trascorsa settimana, sempre sotto l’impulso della Procura vibonese, sono stati effettuati ingenti sequestri a Nardodipace e rinvenute diverse dosi di marijuana per uso personale durante i serrati controlli di ferragosto.