Come gestire il bankroll quando si scommette online

Nel momento in cui ci si avvicina al mondo delle scommesse online, è importante mettere in evidenza come ci siano alcuni accorgimenti da tenere in considerazione. Spesso e volentieri, infatti, tanti aspetti vengono sottovalutati da parte degli utenti che sono alle prime armi, che non sanno proprio come organizzarsi per approcciarsi nel migliore dei modi a questo settore.

Ci sono numerosi siti di scommesse online su cui si può cominciare a puntare, ma uno dei migliori consigli da seguire è quello di optare per una piattaforma di gioco affidabile e sicura. Non sono certamente gli unici elementi da utilizzare come metro di giudizio, dal momento che anche la varietà del palinsesto e i bonus e le promozioni che vengono offerto fanno parte del “pacchetto” da valutare. Molto interessante, in tal senso, dare un’occhiata alla recensione Vincitu, uno dei siti di scommesse più interessanti che si stanno affermando sul mercato nel corso degli ultimi tempi.

Come scegliere il proprio bankroll personale

Il bankroll non è altro che la quantità di denaro che si ha intenzione di investire e, di conseguenza, che si può mettere a rischio nel momento in cui si decide di scommetter su eventi sportivi. È chiaro che gli esperti che puntano da tanti anni, sono soliti avere dei bankroll molto importanti. Invece, i giocatori alle prime armi e quelli occasionali partono sempre da quantità iniziali ridotte.

Nella maggior parte dei casi, chi si avvicina per la prima volta a questo mondo parte con un bankroll pari a 50 euro. Sia la gestione del denaro che l’analisi delle quote sono due aspetti che richiedono tempo e su cui bisogna investire anche tanta concentrazione e impegno.

La strategia più corretta per gestire il proprio bankroll

Una volta chiarito meglio il concetto di bankroll, ecco che si è pronti per capire come gestirlo nel miglior modo possibile. In questi casi, si deve applicare una vera e propria strategia per gestire e ottimizzare il denaro a disposizione. In questo modo, si potrà avere la certezza di vincere, piuttosto che di perdere, ma senza dover vedere sfumare tutti i propri soldi in un colpo solo.

Tra le strategie più diffuse troviamo senz’altro quelle a puntata fissa. IN questo caso, si consiglia di puntare ogni volta la medesima percentuale del proprio bankroll. Con un bankroll da 1000 euro, ad esempio, si dovrà scegliere di puntare sempre una percentuale fissa, di solito pari al 5%. In questo caso, la prima puntata sarà di 50 euro, mentre la seconda sarà il 5% del bankroll aggiornato.

La strategia del criterio di Kelly

Un’altra strategia di gestione del proprio bankroll particolarmente popolare è sicuramente quella denominata “criterio di Kelly”. In poche parole, ci si deve focalizzare non solo sul valore delle quote, ma anche sulla probabilità del singolo giocatore piuttosto che della squadra. Quindi, gli scommettitori devono decidere di puntare in base al valore di una certa scommessa.

Si tratta di una strategia che si adatta, però, molto meglio agli utenti dotati di maggiore esperienza, soprattutto per via del fatto che sono necessari vari calcoli per poter capire come attuare nel migliore dei modi tale tattica.