Comincia l’avventura con il Maggio dei Libri a Vallefiorita

DSCF0001Si è svolta ieri, nella palestra della scuola elementare di Vallefiorita, l’apertura ufficiale del programma del Maggio dei Libri organizzato dall’associazione Terra di Mezzo e dalla Biblioteca Errante.
L’incontro che ha visto la partecipazione degli alunni della scuola elementare e della scuola media, dei genitori e della cittadinanza è stata l’occasione per la presentazione del libro “Comincia l’avventura” scritto dai bambini e dalle bambine della scuola primaria e coordinati da Patrizia Fulciniti che ha curato la realizzazione del laboratorio di scrittura creativa dal quale è nato il libro.
I lavori sono stati introdotti dal Sindaco di Vallefiorita, Salvatore Megna, che ha ringraziato l’associazione, la biblioteca e l’Istituto comprensivo di Squillace, per l’organizzazione dell’evento e per la calorosa ed entusiastica partecipazione dei bambini e dei genitori ribadendo che impegno dell’amministrazione sarà quello di favorire e sostenere le iniziative a favore della cultura.
Giuseppe Mercurio, assessore alla cultura e all’istruzione del Comune, ha sottolineato come le iniziative della biblioteca hanno permesso di fare di Vallefiorita un punto di riferimento che va oltre la Regione grazie anche alla partecipazione, unico Comune calabrese, alla fiera internazionale del libro di Bologna ed a quella di Torino nelle quali il Comune è stato e sarà presente con le produzioni della Biblioteca a partire i cui autori sono proprio i bambini di Vallefiorita.
E’ intervenuto poi, Giulio Costa, il direttore della Biblioteca comunale che si è soffermato sull’importanza della lettura invitando tutti, a partire dai giovani, a partecipare sempre più attivamente alle iniziative ed agli incontri che, ogni giorno, si svolgono nei locali della biblioteca.
DSCF0011Gianni Paone, presidente dell’associazione Terra di Mezzo, ha ribadito come la lettura sia elemento di apertura della propria mente al mondo, sia fonte di conoscenza e di sviluppo del proprio senso critico e, in tal senso, “condizione indispensabile per manifestare la propria partecipazione agli eventi del mondo”.
Infine l’intervento della dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Squillace, Grazia Parentela, che ha indicato nella collaborazione tra vari soggetti, scuola, comune, associazionismo, biblioteca, l’elemento di forza e vincente per la promozione della cultura e della lettura non solo tra i più giovani, e di come, attraverso questa alleanza sia possibile far emergere le nostre eccellenze e, di conseguenza l’intero nostro territorio.
Al termine degli interventi si è svolta la lettura dei testi e delle poesie, haiku, limericks fatta direttamente dalla voce dei piccoli poeti in un clima di festa che ha rappresentato la cornice ideale per l’apertura del Maggio dei Libri.

L’accordo stabilisce che le due organizzazioni collaboreranno nei campi della promozione culturale, sociale e turistica valorizzando, afferma Gianni Paone, presidente di Terra di Mezzo,” le eccellenze del territorio sia per quanto riguarda le imprese locali (ad esempio la produzione del miele e dell’olio oltre che dell’artigianato locale) sia per quel che riguarda gli aspetti naturalistici e di forte richiamo turistico oltre alla programmazione ed organizzazione di eventi culturali durante tutto il corso dell’anno”.
La presidente della proloco di Amaroni nel suo intervento ha ribadito di “aver accolto con piacere l’idea di creare una grande rete, così come avviata dal’ associazione Terra di Mezzo con altre realtà sull’intero territorio regionale. La Pro Loco di Amaroni ha già da tempo avviato iniziative internazionali, non ultima la corrispondenza avviata con la città slovena Lukovica.
La sottoscrizione di questo rapporto d’amicizia con l’associazione Terra di Mezzo, leader a livello regionale sul programma Erasmus +, non farà altro che essere di buon auspicio, supporto a quanto sta avviando la Pro Loco di Amaroni che mi onoro di rappresentare.
Un accordo quindi che si inscrive a pieno titolo nel percorso di costruzione e di rafforzamento della rete associativa territoriale che, ad oggi, vanta oltre 30 associazioni. Nelle prossime settimane partiranno dei tavoli di lavoro su progetti specifici e che vedranno coinvolti e in prima fila le associazioni del territorio e i Comuni che hanno aderito e manifestato diretto interesse per uno sviluppo coordinato e partecipato del territorio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.