Con il falso profilo “Marco Vanbasten” adescava minorenni su Facebook, denunciato

Determinante è stato il contributo di alcuni genitori nel supportare gli uomini della polizia di stato per poter scoprire la vera identità di un uomo che con un profilo falso su Facebook cercava di adescare delle minorenni. Aveva scelto come pseudonimo quello di un famoso calciatore degli anni ’80-’90, Marco Vanbasten; tra le sue ‘amicizie’ oltre cento ragazzine che contattava per poi passare a vaghe e velate allusioni di tipo sessuale, poi, tramite chat, inviava e proponeva alle ignare vittime lo scambio di foto senza veli e video osceni. Proprio i genitori, sostituendosi alle proprie figlie, hanno scoperto le scellerate intenzioni dell’uomo, denunciando tutto immediatamente al Commissariato di Catanzaro Lido. La polizia ha avviato delle accurate indagini, analizzando i file informatici, incrociando i dati, messaggi, profili sul web, foto e video su Facebook e Messenger.

Gli accertamenti hanno consentito l’identificazione dell’uomo, rintracciato e condotto negli Uffici di Polizia e denunciato per adescamento di minorenni. Lo smartphone e il pc portatile utilizzati dall’autore del reato per creare il falso profilo sul web e “chattare” sono stai posti sotto sequestro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

ALTRI ARTICOLI