Concorso personale ATA 2020, sono 612 i posti in Calabria. Ecco il bando e i requisiti

Tra i concorsi pubblici arriva quello indetto dal Miur e relativo all’assunzione di personale ATA nelle scuole con procedura selettiva riservata al personale impegnato per almeno 10 anni presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità’ di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento dei servizi di pulizia. Al riguardo è stato pubblicato il bando di concorso con la procedura selettiva in oggetto. L’articolo 5 del decreto stabilisce che i candidati possano inoltrare la domanda di partecipazione entro le ore 14,00 del 31 dicembre 2019 a partire dalla pubblicazione del bando sul sito internet del MIUR e degli USR. In particolare da gennaio 2020, si procederà con l’assunzione di 11.263 lavoratori delle imprese di pulizia in tutta Italia.

In Calabria 612 posti
I posti inseriti nel concorso per la Calabria sono in totale 612. In particolare 283 posti a Cosenza, 181 a Reggio Calabria, 68 a Catanzaro, 61 a Crotone e 19 a Vibo Valentia. Per partecipare al concorso ATA è necessario soddisfare diversi requisiti. Il bando è stato indetto dal Miur ed è lì che i candidati dovranno fare domanda per partecipare al concorso Ata. I posti sono suddivisi per regione e i contratti prevedono l’assunzione dei vincitori a tempo indeterminato pieno e/o parziale al 50%. I lavoratori saranno assunti nel profilo dei collaboratori scolastici dal 1° marzo 2020.

Bando e requisiti
Tra i requisiti di accesso e partecipazione figura, al primo posto, il diploma di scuola secondaria di primo grado, purché conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione. Altro requisito è l’esperienza nel settore delle pulizie. Il candidato, per essere ammesso, deve aver svolto, per almeno 10 anni (anche non continuativi, nei quali però devono essere inclusi gli anni 2018 e 2019) servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi.

La procedura selettiva per soli titoli, finalizzata alla costituzione di una graduatoria generale di merito, sarà bandita dal Miur e articolata su base provinciale. La domanda dovrà essere prodotta nella provincia relativa alla ubicazione della scuola ove si presta servizio attualmente. I candidati utilmente collocati in graduatoria, in base ai posti disponibili, sono assunti con decorrenza 1 gennaio 2020 nei ruoli statali come collaboratori scolastici. L’assunzione sarà a tempo indeterminato a tempo pieno. La domanda di partecipazione al concorso potrà poi essere presentata tramite Istanze online, previo accreditamento su Polis.

– diploma di scuola secondaria di primo grado
– aver svolto, per almeno 10 anni, anche non continuativi, comprensivi del 2018 e del 2019, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi
– cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea ovvero dichiarazione attestante le condizioni di cui all’articolo 7 della legge 6 agosto 2013, n.97
– godimento dei diritti civili e politici
– idoneità fisica
– posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo
– assenza di sanzioni interdittive all’esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori
– non essere stati interdetti da ogni ufficio o servizio in istituzioni o strutture pubbliche o private frequentate abitualmente da minori
– non essere destinatari della misura di sicurezza del divieto di svolgere lavori che prevedano un contatto abituale con minori
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, ovvero licenziati, oppure condannati per i reati di cui all’articolo 73, del decreto del Presidente della Repubblica
– non essere stati interdetti da qualunque incarico nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché da ogni ufficio o servizio in istituzioni o strutture pubbliche o private frequentate abitualmente da minori

Modalità e domanda
La domanda di partecipazione alla procedura può essere presentata unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione “Piattaforma Concorsi e Procedure selettive” previo possesso delle credenziali SPID, o in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata MIUR con l’abilitazione specifica al servizio “Istanze on Line (POLIS)”. Le istanze presentate con modalità’ diverse non saranno prese in considerazione.

 – BANDO DI CONCORSO