Congresso degli architetti della Calabria

Quello dell architetto e’ il mestiere più bello del mondo. Possiamo contribuire alla costruzione delle città, alla valorizzazione del paesaggio. Il presidente nazionale degli architetti Cappochin , presente a Tropea al congresso degli architetti della Calabria ha annunciato che al prossimo congresso nazionale di luglio , al centro ci sara l’interesse sociale ed economico della nostra professione .Non sara un congresso per noi ma per la società.
Ci saranno 3000 delegati che scenderanno nei territori.
Bisogna ripensare all importanza economica e sociale dell architettura di qualita .
Il progetto deve mettere al centro il paesaggio
Il progettista deve dialogare con gli altri soggetti e con i cittadini
Deve sapere confrontarsi con la gente.
Ci deve essere maggiore coesione sociale .

Una mattinata trascorsa all insegna di un confronto di alta cultura che ridarà fiducia a questa categoria spesso bistrattata .Come ha detto.l’architetto Macri presidente dell ordine.di Catanzaro
Il ruolo degli architetti e’ quello di pensatori .E se in Calabria non ci sono le citta ., dobbiamo pensare ai piccoli borghi che sono la storia e sono in spopolamento.L architetto e’ un mestiere .Bisogna partire dai luoghi e dalle comunità .
L architetto e’ portatore di un mestiere sano.

Interessante la tavola rotonda che ha visto la partecipazione anche dell Inu, con il.presidente Inu Calabria ,prof.Domenico Passarelli. il messaggio e’ quello di mettere al centro paesaggio ed urbanistica e di impostare l azione dai non luoghi alla capacita di rigenerare i luoghi , riconoscerli per ricostruire l identità . Rigenerazione per la qualità e non per la quantità. Dire che tutto va bene: non e’ cosi .C e ‘ grande necessita di una riforma in italia ed a livello regionale il progetto di piano deve ritornare prioritario. Anche la legge urbanistica regionale deve essere rivista per sbloccare la situazione di stallo che ha generato e per evitare le inutili ed inopportune operazioni di consumo di suolo anche se a parole viene spacciata per una legge a consumo di suolo zero . Ritorniamo a prenderci cura della città e a parlare di bellezza e di nuova qualità della vita. E forse dalla coincidenza che questo congresso regionale degli architetti si e’ svolto oggi a Tropea , nota città turistica ma anche patria della famosa cipolla , prendiamo spunto da quanto ci offre la nostra terra e teniamo conto di quei prodotti identitari che fanno bene alla salute.

Architetto Marisa Gigliotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.