Controlli contro il gioco d’azzardo, denunce e sequestri

Lo scorso venerdì personale della Questura di Catanzaro e del Commissariato di Lamezia Termep, in collaborazione con i Funzionari dell’ADM Monopoli di Stato di Cosenza, nell’ambito dei servizi coordinati per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori, ha effettuato dei controlli di Polizia presso alcuni locali commerciali adibiti alla somministrazione di alimenti e bevande ed alla ricezione di scommesse sportive ubicati in Lamezia Terme .

Durante i controlli è stato accertato che il titolare di uno di tali esercizi commerciali si rendeva responsabile del reato di cui all’art 4 comma 4 bis L. 401/89, con successivo suo deferimento all’Autorità Giudiziaria, poiché all’interno del locale commerciale effettuava attività di raccolta di scommesse sportive tramite un sito non autorizzato .

Il gestore dell’esercizio commerciale, evidentemente affiliato ad un bookmaker straniero, metteva a disposizione dei propri clienti il proprio conto giochi o un conto intestato a soggetti di comodo, consentendo la giocata senza far risultare chi l’abbia realmente effettuata , palesando una vero e proprio esercizio di “ gioco d’azzardo “

Nella circostanza venivano sequestrati gli apparecchi telematici rinvenuti all’interno del locale commerciale (personal computer, monitor e stampanti) utilizzati per porre in essere la fattispecie delittuosa.