Coronavirus – A Bergamo non c’è più posto, mezzi militari portano le salme fuori regione

Non c’è più posto, e la città di Bergamo è costretta a mandare le salme da cremare fuori dalla regione.

Una impressionante colonna di mezzi militari ha attraversato questa sera il cuore di Bergamo, dal cimitero monumentale fino all’autostrada, con a bordo i feretri dei morti da coronavirus che il camposanto bergamasco non riesca più a gestire per il numero troppo elevato: le attese per le cremazioni avevano ormai superato la settimana.

I feretri, collocati su una trentina di camion dell’esercito, sono una settantina e sono diretti a una dozzina di destinazioni in tutta Italia.