Coronavirus – Il Governo ribadisce: “Non vi spostate, nemmeno per tornare in famiglia”

La situazione è complessa, alla vigilia di una settimana molto importante. Sono attualmente 17.750 i malati di coronavirus in Italia, 2.795 in più in un giorno, mentre il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 21.157: le vittime sono 1.441, in un solo giorno c’è stato un aumento di 175 morti.

Sono 1.518 i malati ricoverati in terapia intensiva, 190 in più rispetto a venerdì. “Siamo di fronte ad una grande pandemia, dobbiamo lavorare tutti insieme senza polemiche”, ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli riferendosi alle accuse arrivate da alcune Regioni, in particolare della Lombardia (sulle mascherine inutilizzabili, a detta dell’Assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera).

Palazzo Chigi ha fatto appello a non viaggiare, “nemmeno per tornare in famiglia”. Per contenere la diffusione del coronavirus sono stati sospesi i treni notturni (e i collegamenti con la Sardegna). La notte scorsa si è avuto infatti un nuovo esodo da Milano verso il Sud Italia.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, si è nuovamente espresso sui social, criticando questo comportamento: “Ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare”. In Puglia ieri si è registrato un balzo di 50 nuovi casi di pazienti positivi al coronavirus che ha portato i contagiati a 158. Intanto l’Italia si scopre più unita: si moltiplicano i flash mob dalle finestre.