Coronavirus, oltre 6500 richieste di rientro in Calabria registrate sul sito della Regione

“Nell’intera giornata del 2 maggio sono pervenute oltre 6500 richieste di rilascio del pin per accedere al form online di prenotazione rientri. Tutte le richieste sono state elaborate dal sistema con successo ed, al momento, risultato compilate più di 3500 schede per il rientro in Calabria”.

“Circa 300 richieste del pin non sono state completate positivamente a causa di indirizzi email non corretti, mailbox piene e blocco antispam dei server di posta” è quanto si legge sulla sezione del sito della Regione appositamente dedicato alle richieste per i rientri. “Coloro che non dovessero aver ricevuto il pin – informano – sono pregati di ripetere la procedura, effettuando una nuova richiesta di rilascio tramite il seguente link https://home.rcovid19.it/”.

In base alla specifica ordinanza del presidente della Regione, Jole Santelli, i cittadini residenti in Calabria, ma attualmente in altre regioni, che intendano far rientro nel territorio calabrese, dovranno preventivamente registrarsi tramite lo specifico form online.

“Al termine delle operazioni di registrazione, sarà rilasciato all’interessato un documento recante l’attestazione dell’avvenuta comunicazione, che dovrà essere esibito insieme all’autocertificazione. I dati inseriti saranno trasmessi – a cura della Regione Calabria – al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di competenza ed al Sindaco del Comune di residenza per gli accertamenti ed adempimenti di competenza”.

“Rimane pertanto esclusa la possibilità di fare rientro presso il proprio domicilio o abitazione. In ogni caso, i rientri consentiti dovranno essere seguiti dall’isolamento volontario domiciliare (14 giorni), previa prescrizione del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente”.