Cosa siamo diventati?

Lei è Paola Liotta, 38 anni, originaria di Pizzo in Calabria. La donna, che aveva problemi di disagio psichico, il 1 agosto 2020 a Crema, in provincia di Cremona, si è data fuoco in una piazza della cittadina ed è successivamente morta.

Un uomo, di passaggio in auto con la moglie, ha provato a spegnere le fiamme con la prima cosa che ha trovato: un asciugamano da palestra. E’ stato l’unico a cercare di fare qualcosa: mentre la giovane di Pizzo bruciava, altri dal parcheggio si sono preoccupati solamente di riprendere la scena con il telefonino.

La sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, ha riportato su Facebook il racconto del soccorritore. “Comprendo che non tutti possano avere il sangue freddo e la prontezza per intervenire, ma se gli spettatori di questa tragedia hanno avuto la freddezza di prendere il telefonino e immortalare la scena, anziché correre in aiuto o chiamare i soccorsi, allora dobbiamo farci delle domande. Cosa siamo diventati? Perché questa indifferenza?”. (Il Coraggio delle donne – Facebook)